Gianni Dova

Gianni Dova nasce a Roma nel 1925. Nel 1945 si diploma a Milano all’Accademia di Brera, dopo aver seguito i corsi di Funi, Carpi e Carrà. Conosce e frequenta gli artisti che si riuniscono nei caffè letterari. Tra questi Renato Guttuso, Emilio Vedova, Renato Birolli, Ennio Morlotti, Bruno Cassinari e Giuseppe Migneco.  Nel 1947 partecipa al Movimento Spazialista con Lucio Fontana, Roberto Crippa, ed altri. E’ tra i protagonisti di questo movimento e firma diversi manifesti tra il 1951 ed il 1952. Si accosta in seguito, al movimento della pittura nucleare con Enrico Baj e Sergio Dangelo. Le sue prime opere si ricollegano al surrealismo, integrato dalle reminescenze di Max Ernst. Nel 1962 partecipa alla selezione del premio Guggenheim a New York ed espone alla Biennale di Venezia. Sarà invitato di nuovo nel 1966 con una sala personale. Nel 1971 una retrospettiva a Colonia. Nel 1972 una grande mostra personale a Palazzo Reale di Milano e presso il Museo Gallierà di Parigi. Nel 1978 personale al Palais des Beaux-Arts di Bruxelles e nel 1979 al Louisiana Museum in Danimarca.  La sua cospicua produzione, spazia tra grafica, pittura, scultura, ceramica e decorazione murale. Muore a Pisa nel 1991.

Opere di Gianni Dova

  • venduta
    tempera su carta intelata
    37x50cm
    Rivalutazione dell'artista: +12%
  • in trattativa
    olio su tela
    70x60cm
    1958
    Rivalutazione dell'artista: +12%
  • in trattativa
    olio su tela
    150x100cm
    1990
    Rivalutazione dell'artista: +12%