Corneille Van Beverloo

Guillame Corneille Beverloo (Liegi 1922 - Auvers-sur-Oise 2010) Sin da giovane segue alcuni corsi di pittura ma la sua voglia di innovazione lo porta a studiare da autodidatta. La componente ludica infatti predomina il suo mondo pittorico e questa caratteristica lo accompagnerà in tutta la sua carriera. Fuori dai canoni anche il gruppo COBRA, di cui Corneille divenne un esponente di spicco sin dalle sue origini (1948), insieme a Jorn, Constant, Alechinski, Appel, Dotremont e altri. La sua prima personale risale al 1946, prima della grande collettiva del gruppo COBRA cui naturalmente partecipò. Pittore, mosaicista e ceramista, Corneille si distungue dai compagni di tendenza per una maggiore evidenza razionale della sua espressione figurativa, con opere che, come i coloratissimi e distorti lavori dei bambini, giungono immediatamente all'osservatore. Nel 1956 riceve il premio internazionale Guggenheim e tiene la sua personale allo Stedelik Museum di Amsterdam, seguita poi da numerose esposizioni in musei e gallerie al livello mondiale. Negli anni '70 e '80 è molto intensa la sua attività espositiva e la sua ricerca lo conduce a strade più vicine al figurativo, con forme nitide, disegnate, che si stagliano in mezzo a nature improbabili, pesci che nuotano nel cielo, morbide e invitanti anatomie femminili. Negli anni '90 soggiorna per lungo tempo in Africa, nel '99 si reca a Cuba dove espone alcune opere ispirate ai temi locali. Molte sono le rassegne a lui dedicate in tutto il mondo, anche dopo la sua morte nel 2010.

Opere di Corneille Van Beverloo

  • venduta
    olio su tela
    100x80cm
    1973
    Rivalutazione dell'artista: +18%
  • litografia a colori
    40x30cm
    1974
    Rivalutazione dell'artista: +18%
  • litografia a colori
    40x30cm
    1974
    Rivalutazione dell'artista: +18%
  • litografia a colori
    40x30cm
    1974
    Rivalutazione dell'artista: +18%
  • litografia a colori
    40x30cm
    1974
    Rivalutazione dell'artista: +18%