Gianni Dessi’

Gianni Dessì nasce a Roma nel 1955.La sua pittura investiga i rapporti tra luce, forma e materia. Da esordi in un contesto segnico neo informale passa a figurazione embrionali archetipiche che riordina in campiture luminose nelle quali inserisce oggetti con valenze magiche. Frequenta l'Accademia di Belle Arti di Roma e nel 1976 si diploma nel corso di scenografia tenuto da Toti Scialoja.  Presenta per la prima volta in pubblico un lavoro nel 1977, nell'ambito di una rassegna organizzata dal teatro Beat '72. Nel giugno del 1978 espone nella galleria Ugo Ferranti a Roma, insieme a Bruno Ceccobelli, Giuseppe Gallo, Angelo Segneri e Francesca Woodman. Dessì presenta Penetrazioni (i quattro sensi), un lavoro realizzato direttamente sul muro della galleria, per il quale impiega carta e tondino di ferro. Presentato dalla Galleria Ugo Ferranti, tiene la prima mostra personale all'Arte Fiera di Bologna del 1979. Lo stesso anno a Bistica ob Sotli, in Slovenia, nella stanza di una casa contadina abbandonata, allestisce un lavoro che abbraccia l'intero ambiente. Al 1980 risalgono le mostre personali nelle gallerie Swart di Amsterdam, Ugo Ferranti di Roma e Yvon Lambert di Parigi. Espone tele di grandi dimensioni, dipinte utilizzando tecniche e materiali diversi: olio, tempera, carboncino, cera. Nei primi anni Ottanta tiene la sua prima personale italiana e stabilisce il suo studio nell'ex pastificio Cerere in via degli Ausoni, nel quartiere romano di San Lorenzo, che diventa un centro vitale della cultura artistica cittadina ed internazionale. Qui si tiene, curata da Achille Bonito Oliva nel 1984, la mostra "Ateliers" in occasione della quale Domenico Bianchi, Gianni Dessì, Bruno Ceccobelli, Giuseppe Gallo, Nunzio e Piero Pizzi Cannella, aprono i loro studi al pubblico. Nel 1985 partecipa a 'Nuove trame dell'arte' al Castello di Gennazzano e alla rassegna 'Museum Museum Museum' al Kunstmuseum di Amburgo. Nel 1986 con Bianchi, Ceccobelli e Gallo e con personali nel 1987 e 1989 espone alla L.A.Louver Gallery di Venice, California. Nel 1988 espone alla mostra 'Le scuole romane: sviluppi e continuità' a Palazzo Forti di Verona. Nel 1989 partecipa ad 'Aspetti della pittura italiana dal secondo dopoguerra ad oggi' al Museo de bellas artes di Rio de Janeiro e al Museo de Arte di San Paolo del Brasile; espone a 'Dittico: aspetti dell'astrazione e della figurazione in Italia anni '80' al Museo d'arte contemporanea di Helsinki, alla Galleria d'arte moderna di Istambul e al Museo d'arte contemporanea di Tel Aviv. Allestisce una personale a Siena nel 1990. Nel 1991 interviene alla mostra '60-90: trent'anni di Avanguardie romane' al Palazzo dei Congressi e alla mostra 'La metafisica della luce' alla John Good Gallery di New York. Personale a Milano da C.Gianferrari nel 1992. Senza titolo del 1994 è un lavoro di grandi dimensioni realizzato sul muro esterno dell'Istituto italiano di cultura a Parigi. Senza titolo è anche il lavoro realizzato su una delle pareti del Palazzo delle Esposizioni, in occasione della partecipazione alla XII Esposizione Nazionale Quadriennale d'Arte di Roma (1996). Dopo lunghi soggiorni a New York tra il 1985 ed il 1989, attualmente Dessì vive e lavora a Roma e a Colle San Giorio (PG) in Umbria.

Opere di Gianni Dessi’

  • tecnica mista su tela
    40x30cm
    1999
    Il coefficiente di rivalutazione è un indice mutuato da Artprice che si riferisce alla percentuale di aumento dei prezzi medi di un artista calcolato negli ultimi 15 anni.
    Rivalutazione dell'artista: +2%