Marco Lodola

  Nasce nel 1955 a Dorno (PV). E' annoverato tra i fondatori della corrente "Nuovo Futurismo" sviluppatasi in Italia negli anni '80. Dall'esperienza futurista, Lodola, mutua l'uso appassionato del colore, l'energia dirompente della luce e soprattutto, l'idea dell'arte come parte integrante della vita, senza barriere elitarie e confini arbitrari.   Il tema più ripreso nelle sue opere è quello della danza e delle ballerine, della vespa e delle pin up, in stile retrò, spesso anche a grandezza naturale. Dal 1983 ha esposto le sue figure in plexiglass a Roma, Milano, Firenze, Bologna, Lione, Vienna, Madrid, Barcellona, Parigi e Amsterdam. Nel 1994 è uno dei primi artisti europei ad esporre su invito della Repubblica Cinese nei locali degli ex archivi della città imperiale di Pechino. Nel 1996 espone negli Stati Uniti a Miami e a New York.  Partecipa alla XII Quadriennale di Roma e alla VI Biennale della Scultura di Montecarlo. Nel 1999 la Illy gi commissiona la creazione del design delle famose "Tazzine ballerine" del noto marchio di caffè. È noto anche al grande pubblico per le sue collaborazioni con protagonisti della cultura e dello spettacolo, con scrittori come Aldo Busi e Marco Lodoli e con alcuni tra i personaggi più popolari della musica italiana, i Timoria, gli 883 di Max Pezzali e Jovanotti. Come scrive Roberto D'Agostino in "Lodola", edito da Mondadori: "La dimensione di spettacolarità insita nel sistema contemporaneo porta Lodola a produrre immagini che riflettono con cinica e ludica puntualità il destino dell'uomo: l'esibizione come esibizionismo, come ineluttabile cancellazione della profondità ideologica, religiosa, sessuale e morale. Lo spegnimento della profondità segna il punto di massima eccitazione della superficie. Così la plastica diventa specchio del carattere artificiale della vita, vissuto come unica natura possibile, come sfondo naturale dell'uomo moderno".  

Opere di Marco Lodola

  • asta
    scultura in argento
    44,5x12cm
    2007
    LOTTO stima:
    Il coefficiente di rivalutazione è un indice mutuato da Artprice che si riferisce alla percentuale di aumento dei prezzi medi di un artista calcolato negli ultimi 15 anni.
    Rivalutazione dell'artista: --58%
    ULTIMA OFFERTA € 0
  • venduta
    pennarello e lapis su carta fustellata
    77x58cm
    2004
    Il coefficiente di rivalutazione è un indice mutuato da Artprice che si riferisce alla percentuale di aumento dei prezzi medi di un artista calcolato negli ultimi 15 anni.
    Rivalutazione dell'artista: --58%
  • pennarello e lapis su carta
    24x33cm
    2003
    Il coefficiente di rivalutazione è un indice mutuato da Artprice che si riferisce alla percentuale di aumento dei prezzi medi di un artista calcolato negli ultimi 15 anni.
    Rivalutazione dell'artista: --58%
  • venduta
    pennarello e lapis su carta
    33x24cm
    2005
    Il coefficiente di rivalutazione è un indice mutuato da Artprice che si riferisce alla percentuale di aumento dei prezzi medi di un artista calcolato negli ultimi 15 anni.
    Rivalutazione dell'artista: --58%
  • pennarello e lapis su carta
    33x24cm
    2001
    Il coefficiente di rivalutazione è un indice mutuato da Artprice che si riferisce alla percentuale di aumento dei prezzi medi di un artista calcolato negli ultimi 15 anni.
    Rivalutazione dell'artista: --58%
  • venduta
    pennarello e lapis su carta fustellata
    58x77cm
    2004
    Il coefficiente di rivalutazione è un indice mutuato da Artprice che si riferisce alla percentuale di aumento dei prezzi medi di un artista calcolato negli ultimi 15 anni.
    Rivalutazione dell'artista: --58%