Bruno Ceccobelli

Bruno Ceccobelli nasce a Montecastello di Vibio (PG) nel 1952, ma la famiglia subito si trasferisce a Todi, città in cui vive e lavora tutt'oggi. A Roma frequenta l'Accademia di Belle Arti, dove è allievo di Toti Scialoja. La sua arte, che per alcuni aspetti è erede del conterraneo Alberto Burri e che condivide certi caratteri dell'Arte Povera, si inserisce nel contesto del più generale "ritorno alla pittura" che contraddistingue la sua generazione di artisti.  Nei primi anni Ottanta, insieme a Pizzi Cannella, Marco Tirelli, Giuseppe Gallo, Gianni Dessì, Nunzio Di Stefano e Domenico Bianchi, si insedia nell'ex-pastificio Cerere, dando vita alla Nuova Scuola Romana o Gruppo di San Lorenzo. Negli anni seguenti riceve numerosi inviti internazionali, esponendo nel 1979 al Festival della Cultura Italiana di Belgrado , nell'80 alla Biennale des Jeunes di Parigi, nell'83 alla galleria Salvatore Ala di New York. Nel 1984 il critico Achille Bonito Oliva cura la mostra Ateliers, in cui gli artisti del Pastificio Cerere aprono i loro studi al pubblico: è l'affermazione del Gruppo di San Lorenzo sulla scena artistica internazionale. Per due edizioni consecutive, Ceccobelli è invitato alla Biennale di Venezia (1984 e 1986). Nel 1996 è invitato alla Quadriennale di Roma e nel 1999 vince il concorso "Progetto Arte Roma", consistente nella decorazione della metropolitana di Roma, con un grande mosaico alla stazione EUR Fermi. In occasione del Giubileo del 2000 realizza i portali in bronzo del Duomo di Terni.   Nel 2010 tiene la mostra San Lorenzo: Limen, la soglia dell'arte curata da Achille Bonito Oliva a Roma e partecipa alla XVI Biennale di Arte Sacra contemporanea.

Opere di Bruno Ceccobelli

  • venduta
    tecnica mista su tela con stoffa
    97,5x90cm
    2004
    Rivalutazione dell'artista: --17%
  • tecnica mista su scultura in legno
    76x50cm
    2002
    Rivalutazione dell'artista: --17%